fbpx
Spedizione gratuita a partire da 49.90€
Pagamenti sicuri
Consulenza Gratuita Online
Consegna in 36/48h
BlogBenessere quotidiano I benefici del digiuno intermittente e la perdita di peso
I benefici del digiuno intermittente e la perdita di peso

 I benefici del digiuno intermittente e la perdita di peso

Il digiuno intermittente è un regime alimentare che prevede cicli di digiuno periodici alternati a periodi di alimentazione.

Esistono diversi modelli di digiuno intermittente, ma i più comuni includono:

Modello 16/8: Questo schema prevede un digiuno di 16 ore al giorno e un periodo di alimentazione di 8 ore. Ad esempio, si potrebbe scegliere di digiunare dalle 20:00 alle 12:00 del giorno successivo, limitando l’assunzione di cibo alle ore comprese tra le 12:00 e le 20:00.

Modello 5:2: In questo schema, si mangia normalmente per 5 giorni alla settimana e si riduce l’apporto calorico a circa 500-600 calorie negli altri 2 giorni non consecutivi. Durante i giorni di restrizione calorica, è importante scegliere cibi nutrienti per garantire un adeguato apporto di sostanze nutritive.

Digiuno alternato: Questo schema prevede giorni di digiuno completo alternati a giorni di alimentazione normale. Ad esempio, si potrebbe digiunare completamente un giorno e mangiare normalmente il giorno successivo, ripetendo il ciclo.

Il digiuno intermittente può offrire diversi benefici per la salute come: la perdita di peso, il miglioramento dell’efficienza metabolica, la riduzione dell’infiammazione e il potenziale aumento della longevità.

Durante il periodo di alimentazione, è consigliabile seguire una dieta equilibrata e nutriente per ottenere i benefici desiderati. Gli alimenti da preferire sono:

  • Alimenti integrali
  • Proteine magre 
  • Grassi sani
  • Carboidrati complessi

È importante ricordare che il digiuno intermittente non è una licenza per mangiare alimenti poco salutari o per eccedere con le calorie durante i periodi di alimentazione

Si dovrebbe cercare di seguire un regime alimentare equilibrato ed evitare cibi ad alto contenuto di zuccheri aggiunti, cibi ultraprocessati e cibi ricchi di grassi saturi o trans.

Il digiuno intermittente può essere adottato da molte persone, ma poco raccomandato a donne in gravidanzapersone con disturbi alimentaridiabetici o a coloro con altri problemi di salute.

Cosa mangiare durante il digiuno intermittente

Ecco alcuni consigli generali sugli alimenti che si possono consumare durante il periodo di alimentazione nel digiuno intermittente:

Alimenti integrali: Favorire cibi integrali come cereali integrali, riso integrale, quinoa, frutta, verdura, legumi, noci e semi. Questi alimenti forniscono fibre, vitamine, minerali e antiossidanti importanti per la salute.

Proteine magre: Includere proteine magre come pollo, tacchino, pesce, uova, latticini a basso contenuto di grassi o alternative vegetali come tofu o legumi. Le proteine aiutano a favorire la sazietà e contribuiscono alla costruzione e al mantenimento della massa muscolare.

Grassi sani: Scegliere fonti di grassi sani come avocado, olio d’oliva, semi di lino, noci e semi. Questi grassi sono importanti per la salute del cuore e forniscono energia a lunga durata.

Vediamo ora quali sono i benefici del digiuno intermittente

Il digiuno intermittente, inclusa la modalità 18:6, può essere un approccio utile per ridurre il grasso viscerale, che è il grasso depositato intorno agli organi interni dell’addome. Il grasso viscerale è associato a un aumento del rischio di malattie cardiache, diabete di tipo 2 e altre condizioni croniche.

Il digiuno intermittente può aiutare a ridurre il grasso viscerale in diversi modi:

1.    Riduzione dell’apporto calorico: Limitando la finestra temporale in cui si può consumare il cibo, il digiuno intermittente può contribuire a una riduzione complessiva dell’apporto calorico giornaliero. Ciò può favorire la perdita di peso complessiva, compreso il grasso viscerale.

2.    Miglioramento dell’insulino-sensibilità: Il digiuno intermittente può migliorare la sensibilità all’insulina, il che significa che il corpo utilizza l’ormone insulina in modo più efficiente per regolare i livelli di zucchero nel sangue. Una migliore sensibilità all’insulina può aiutare a ridurre l’accumulo di grasso viscerale.

3.    Riduzione dell’infiammazione: Il digiuno intermittente può contribuire a ridurre l’infiammazione nel corpo, compresa quella associata al grasso viscerale. Riducendo l’infiammazione sistemica, si possono ottenere benefici sulla salute generale e sulla riduzione del grasso viscerale.

Adottare un approccio olistico è sicuramente la chiave di volta per chi desidera migliorare la qualità della vita ed il proprio stato di salute quindi, oltre ad una dieta equilibrata è importante praticare attività fisica regolare e altre abitudini di vita salutari per ottimizzare i risultati.

Concludendo: il digiuno intermittente può essere una valida strada, per chi ha provato con le più disparate diete proposte, verso il ritrovamento del proprio stato di benessere generale nonché di una forma fisica invidiabile. La cosa fondamentale che non bisogna mai dimenticare è che non è possibile pensare di seguire un regime alimentare corretto per pochi mesi e beneficiarne a vita. Se lo stile alimentare sempre seguito ci ha portati ad ingrassare ed avere altri fastidi significa che quegli alimenti non andavano bene e che il lavoro progressivo e costante debba essere quello di riformulare il concetto di alimentazione e tramutarlo in Sana Alimentazione come stile di vita da adottare sempre e considerare il “fuori programma alimentare” come un’eccezione e non come un’abitudine giornaliera.

Leave a Comment

Se hai delle ricette o dei consigli su come incorporare il magnesio marino nella tua dieta, sentiti libero di condividerli nei commenti qui sotto. Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare la nostra salute in modo naturale!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
×
X