fbpx
Spedizione gratuita a partire da 49.90€
Pagamenti sicuri
Consulenza Gratuita Online
Consegna in 36/48h
BlogBenessere quotidianoDisturbi del sonno: come affrontarli per dormire meglio
Disturbi del sonno: come affrontarli per dormire meglio

Disturbi del sonno: come affrontarli per dormire meglio

I disturbi del sonno possono colpire tutti, a tutte le età. Quelli relativi al sonno sono fra i disturbi più frequenti e diffusi. La sintomatologia relativa all’avere difficoltà di addormentamentonon riuscire a riposare bene o a sufficienza, è fra le più comuni nella popolazione. La durata media del sonno varia da persona a persona. Non tutti hanno bisogno dello stesso numero di ore di sonno per stare bene, ma dormire poco o male può avere ripercussioni considerevoli sulla qualità di vita durante il giorno.

La stanchezza, fisica e mentale, che segue una notte agitata riduce le prestazioni scolastiche e lavorative ed espone a un maggior rischio di incidenti. Un riposo insufficiente, protratto per più giorni o settimane, incide sul tono dell’umore, sulla capacità di reagire allo stress e sulla possibilità dell’organismo di difendersi dalle malattie. Può capitare di svegliarsi frequentemente durante la notte ed avere difficoltà a riaddormentarsi. Oppure di risvegliarsi precocemente, prima di essersi riposati appieno, a causa di una sensibilità maggiore ai fattori esterni come la luce, i rumori o i cambi di temperatura.

Questi disturbi possono essere risolti prendendo alcune precauzioni. Mangiare o evitare alcuni alimenti, fare attività fisica e assumere integratori che coadiuvino le fasi di sonno e addormentamento.

Consigli.

Innanzitutto è necessario ricordare che qualsiasi sostanza venga introdotta all’interno dell’organismo ne modifica il funzionamento. Il sonno può essere alterato da caffeinaalcoolnicotina e stupefacenti, sostanze che in caso di disturbi del sonno andrebbero evitate o limitate.


Praticare attività fisica, a seconda di quelle che sono le proprie condizioni di salute e lo stato di allenamento, migliora la qualità del sonno. L’importante è non stancarsi troppo per non ottenere l’effetto inverso. Se troppa sedentarietà determina sonno leggero e scarso sonno profondo, un’eccessiva attività fisica, tanto più la sera, stimola la produzione di adrenalina, che non si concilia col riposo notturno.


Mangiare cibi ad elevato indice glicemico prima di dormire concilia il sonno, purché almeno un’ora prima. Parliamo di pastarisopane patate. Diete ricche di carboidrati aumentano la velocità di addormentamento e diete cariche di proteine ne migliorano la qualità (del sonno). Mangiare molti grassi invece riduce le ore di sonno. Per chi ha problemi ad andare a letto presto sono consigliati la melatonina e cibi ricchi di questo ormone esogeno (ad esempio succo di ciliegie e crostata di ciliegie). Per chi ha problemi di addormentamento è utile invece ciò che contiene triptofanosemi di zuccatacchino, arachidi, banane, cioccolato.

Leave a Comment

Se hai delle ricette o dei consigli su come incorporare il magnesio marino nella tua dieta, sentiti libero di condividerli nei commenti qui sotto. Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare la nostra salute in modo naturale!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
×
X